Agevolazioni start up

10/12/2021 – AGEVOLAZIONI PER START UP A VOCAZIONE SOCIALE

Continua l’attività normativa in vista della chiusura del 2021, anno ricco di contraddizioni ma anche di speranze, soprattutto sul versante della lotta al Covid, la battaglia più impegnativa affrontata da tutti i Paesi del mondo da moltissimi anni a questa parte. Oltre al fondamentale impegno a livello sanitario e alla massiccia campagna di vaccinazione messa in atto, si è ormai entrati nel vivo della difficile sfida incarnata dalla necessità ineludibile di far ripartire il mercato del lavoro e le economie di tuti gli Stati. Anche per il nostro Paese l’impegno è quantomai gravoso e importante e in questa fase assume grande rilevanza il Decreto Fisco-Lavoro, la cui conversione in legge è prevista per il prossimo 20 dicembre. Andando più nello specifico di questo documento, è emerso come sia stata inserita una novità relativa a un argomento in particolare: l’articolo 12 quinquies, infatti, fa riferimento a una nuova interessante misura volta a favorire l’integrazione, sia dal punto di vista lavorativo che dal punto di vista sociale, delle persone con disturbi che rientrano nello spettro dell’autismo. Per la precisione, si tratta dell’inquadramento cone start up innovativa a vocazione sociale e di un incentivo economico che si sostanzia nella non imponibilità dello stipendio per il lavoratore, oltre che nel 70% della retribuzione del lavoratore medesimo, per le aziende residenti in Italia e con non più di 60 dipendenti che impieghino come dipendenti o collaboratori a qualsiasi titolo e nella misura di almeno i due terzi della forza lavoro complessiva, lavoratori con disturbi dello spettro autistico.

 

[addthis tool=”addthis_inline_share_toolbox_kcxy”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *